Bitcoin guadagna $300, ora è in commercio a $10.700

Al momento di scrivere, il prezzo del bitcoin è riuscito a tirarsi fuori dal buco nero in cui era intrappolato e a salire ancora più in alto nella scala finanziaria.

Anche se il picco che ha subito di recente non è niente su cui far scoppiare lo champagne, è un promemoria del fatto che il bitcoin non può mai essere tirato giù in modo permanente, e che la moneta è molto più resistente di quanto avremmo mai potuto pensare.

Bitcoin è di nuovo in ascesa

La valuta è ora scambiata per poco più di $10.700, che sono circa $300 in più rispetto a dove si trovava appena 24 ore fa. Anche in questo caso, niente di speciale, ma è qualcosa. Il numero uno al mondo della criptocurrency in base al limite del mercato ha l’abitudine di scivolare su e giù come niente, quindi ogni volta che si verifica una manovra verso l’alto, è sempre una cosa positiva di cui prendere nota.

Allora, perché il Bitcoin Future dovrebbe essere improvvisamente in ascesa? Questa settimana sono accadute alcune grandi cose per spostare potenzialmente il bitcoin in territorio rialzista. Per prima cosa, all’India è stata data la possibilità di instillare una legislazione criptica che farebbe parlare di un presunto divieto semplicemente di rumore bianco.

L’India è stato uno di quei paesi che non riesce a decidersi quando si tratta di bitcoin e di criptovaluta. Il Paese ha instillato una legge che vieta a qualsiasi istituzione finanziaria di fare affari con le aziende che si dilettano con la tecnologia crittografica o a catena di blocco.

Mentre il commercio in sé non è mai stato vietato, alle aziende che hanno reso possibile il commercio non è stato permesso di ottenere conti bancari o qualsiasi altro servizio o strumento standard che sono tipicamente disponibili per la maggior parte delle altre aziende in tutto il paese. Tuttavia, dopo due anni di queste sciocchezze, la più alta corte del paese ha deciso che la legge era incostituzionale, ed è stata immediatamente ribaltata.

Da lì le cose hanno cominciato a cambiare. L’India è diventata un punto caldo per l’attività di criptaggio, e sembrava che il paese stesse per diventare un paradiso dei bitcoin leader quando, recentemente, è stato annunciato che i legislatori stavano cercando di instillare un divieto totale di criptaggio che denunciasse tutto il commercio, la vendita e l’acquisto di valute crittografiche.

Alcuni elementi che lo spingono in avanti

Un raggio di speranza esiste in una società chiamata Buy U Coin, che sta introducendo un pacchetto legislativo di base ai legislatori di tutta l’India nella speranza che essi prendano in considerazione la possibilità di regolamentare semplicemente la crittografia piuttosto che vietarla completamente. Fare quest’ultimo passo metterebbe indubbiamente l’India alle spalle e le impedirebbe di fungere da centro di tecnologia finanziaria.

Ci sono altri fattori che potenzialmente contribuiscono all’improvviso aumento del bitcoin. MicroStrategy sta inavvertitamente dando inavvertitamente ad altre aziende l’accesso al crypto, e le elezioni presidenziali americane si stanno avvicinando sempre più. È stato anche annunciato dall’analista di Bloomberg Mike McGlone che il bitcoin dovrebbe tecnicamente essere scambiato a 15.000 dollari. Forse la moneta è imbarazzata e cerca disperatamente di recuperare il ritardo.